giancarlo e katia sposi

giancarlo e katia sposi
2 luglio 2014

venerdì 6 maggio 2016

27° Congresso Nazionale U.I.F.

Si è svolto nelle Marche il 27° Congresso Nazionale U.I.F. dal 21 al 25 Aprile e più precisamente a Jesi, presso la lussuosa location dell'Hotel Federico II dotata di tutti i comfort e sito nella parte periferica della città immerso nel verde, dove si sono svolti i lavori congressuali, che quest'anno prevedeva il rinnovo delle cariche dirigenziali. Il congresso organizzato dal Gruppo Fotografico "Manifattura e Tabacchi" di Chiaravalle (AN) con il supporto della Segreteria Nazionale nella figura di Pino Romeo e il Responsabile dei Congressi il Consigliere uscente Nino Giordano, è stato ricco di appuntamenti e grazie agli organizzatori Fabio Medici ed Ennio Figini insieme alla loro squadra è stato possibile portare a termine tutti gli eventi.

Jesi è un comune di circa 40.000 abitanti in provincia di Ancona, una cittadina di antiche tradizioni che conserva un centro storico con interessanti monumenti e circondato da una cinta muraria del XV secolo ancora in buono stato. Famosa per la nascita dell'Imperatore Federico II il 26 dicembre 1194 in una piazza centrale della città che oggi porta il suo nome.
Piazza Federico II
Il teatro Percolesi
Arco Clementino
Il tema scelto per il congresso è stato " Torna la pellicola? E con essa anche i giovani?" Interrogativi che dopo un lungo dibattito ha visto l'assemblea divisa al 50% perchè oggi è difficile rinunciare al digitale, anche se come è noto una buona fotografia stampata resta sempre visibile conservata magari in un cassetto sperduto in soffitta, mentre i supporti tecnici con cui oggi conviviamo che fine faranno? Dibattito questo che ha visto i relatori, Michele Buonanni direttore della rivista Reflex e il docente fotografo e critico prof. Giancarlo Torresani da Trieste, svariare sul tema. La prima giornata dopo gli arrivi dei congressisti e l'apertura dei lavori è stata dedicata alla visita dell'Abazia di Santa Maria in Castagnola a Chiaravalle un complesso monumentale fondata nel XII secolo, di stile romanico ma gotico all'interno. Dopo i saluti delle autorità nella figura del Sindaco di Chiaravalle, si è inagurata una mostra fotografica curata dal Gruppo
Fotografico "Manifattura e Tabacchi" e  visitato la casa natale di Maria Montessori nota in tutto il mondo per il metodo educativo dei bambini
L'Abazia di S. Maria in Castagnola a Chiaravalle

La casa natale di Maria Montessori

In serata si è svolta la lettura dei portfolio a cura del maestro Giancarlo Torresani docente di fotografia che ha commentato alcuni lavori fatti da i nostri soci.
Lettura dei portfolio


Il secondo giorno è stato dedicato interamente alla città di Urbino ricca di chiese, oratori, e opere d'arte, tra cui spiccano la casa di Raffaello con alcuni dipinti del maestro e l'imponente Palazzo Ducale con i suoi capolavori d'arte.
La casa natale di Raffaello


Il presepe di F. Brandani 1560 nell'oratorio di San Giuseppe



Veduta del Palazzo Ducale

Foto dei congressisti di Matteo Savatteri
Al rientro in albergo dopo la cena si sono proiettati alcuni fotovideo di vari soci. Il sabato mattina partenza di buon ora per visitare le Grotte di Frasassi nel comune di Genga, uno spettacolo unico nel suo genere. Le grotte hanno una estensione sotterranea di circa 30 km, suddivisi in otto livelli geologici differenti, ma solo 1,5 km sono fruibili. Il complesso è considerato il più grande in Europa e il terzo complesso ipogeo al mondo, per conoscerlo ed esplorarlo sono disponibili tre percorsi: il percorso turistico, il percorso speleo-avventura azzurro e il percorso speleo-avventura rosso con diversi gradi di difficoltà, e per gli amanti della fotografia c'è il Photo Tour.
La grotta centrale

Interessante anche a seguire è stata la visita al museo Speleo-Paleontologico dove è conservato un reperto fossile di un ittosauro di circa 150 milioni di anni fa, ritrovato in prossimità delle grotte di Frasassi e  l'Abazia di epoca romanica di San Vittore delle Chiuse che conserva ancora intatte le forme originarie, il tutto a poche centinaia di metri.

L'Abazia di San Vittore delle Chiuse

Il museo Speleo-Paleontologico
Nel pomeriggio sono continuati i lavoi dell'assemblea dei soci e a seguire si sono svolte le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo e il Collegio Provibiri per il triennio 2016-2018
I lavori del congresso
La commissione elettorale
Domenica mattina partenza per Loreto con visita del Santuario della Santa Casa dove la tradizione vuole che all'interno è custodita la casa abitata dalla famiglia della Vergine Maria a Nazaret e dove la Madonna avrebbe ricevuto l'annuncio della nascita miracolosa di Gesù e secondo la tradizione alcuni angeli prelevando la casa, la portarono in volo agli inizi del 1291 mentre Nazaret e tutta la Palestina era in dominio dei Turchi selgiuchidi. La costruzione del Santuario inizia nel 1294 con l'arrivo della casa, e per volontà del vescovo di Recanati nel 1468 cominciò la costruzione del Tempio a protezione della Casa Santa, la Basilica gotico-rinascimentale rappresenta uno dei più importanti monumenti dove lavorarono i più grandi architetti dell'epoca. Importante e anche il camminamento di Ronda a fortificazione della Basilica con corridoi coperti e sporgenti con una serie di finestre a volta attorno alla parte superiore della Basilica, per respingere gli attacchi.


Il Santuario di Loreto

Il camminamento di ronda
Una visita velocissima causa maltempo a Recanati percorrendo il lungo viale al Colle dell'Infinito, dove Leopardi si ispirò per la famosa poesia. Pomeriggio dedicato alle proiezioni dei soci, presentazione dei nuovi eletti, premiazione dei vari concorsi, e chiusura dei lavori con la consegna degli attestati di Benemerenza per concludere con la serata di gala dove ci siamo scatenati in un fotoscatto continuo a tutti i tavoli dei partecipanti di tutta Italia, per portare a casa un ricordo di queste splendide giornate passate in compagnia di amici che accomunati dalla passione fotografica si ritrovano ogni anno a raccontarsi le esperienze di vita fotografica vissuta in un anno. Arrivederci al prossimo anno amici e se avete tempo e volete vedere la fotocronaca del Congresso potete cliccare sul link sottostante dove ho realizzato un album fotografico.
 https://goo.gl/photos/TnT2QG65VxWG3szBA

2 commenti:

Tomaso ha detto...

Caro Angelo, è veramente bello! Viaggiare con te...

pino ha detto...

Analisi come sempre completa dell'evento corredata dalle splendide foto dei luoghi visitati. Complimenti Angelo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...